L’estate è la stagione ideale per visitare gli orti botanici (tra i più noti e antichi Padova e Milano): si tratta di vere e proprie oasi all’interno di grandi città, dove è possibile trovare refrigerio e osservare specie vegetali uniche, alcune delle quali in via di estinzione, coltivate in un ambiente protetto.

Fioriinrivaalcuore vi consiglia l’orto botanico di Bergamo.

Il percorso all’interno dell’orto botanico, per lo più all’ombra degli alberi, ci permette di visitare il luogo in totale relax, scorgendo qua e là elementi interessanti che ci fanno apprezzare appieno la natura.

Ad esempio, notiamo una gatta bianca che si muove quatta quatta tra i numerosi esemplari di felci presenti nel sottobosco e un piccolo laghetto con muscari blu ninfee bianche. Le punte delle fronde di alcuni salici sfiorano l’acqua verde, creando un magnifico intreccio con i raggi del sole che filtrano tra i rami delle alte piante mediterranee.

Nel prato sono presenti alcune sedie e panchine di legno dalla seduta ampia e comoda, che invitano a prendersi una pausa e a dare libero corso ai propri pensieri.

Sotto gli alberi c’é una piccola zona ristoro con un lungo tavolo di legno sul quale sono disposte due file di vasi di succulente.

Percorrendo una breve discesa si raggiunge il livello inferiore dell’orto botanico, che ospita una serra di piante succulente di grandi dimensioni, molto bella e ben organizzata.

Alla fine del percorso, un sentiero più stretto e riparato con canne secche di bambù ci conduce silenziosamente all’uscita.

Come avrete compreso da questa breve panoramica, l’orto botanico di Bergamo è una tappa irrinunciabile per tutti gli appassionati di fiori e piante.

 

Pin It on Pinterest