Alla fine dell’inverno ho potato i miei due gelsomini veri, perché presentavano tanti rami attorcigliati che creavano una matassa quasi tutta secca e piena di foglie morte.

Quando procedere alla potatura invernale?

Prima di iniziare la cosiddetta potatura invernale è necessario capire qual é il momento giusto per intervenire. Una volta appurato che la potatura è indispensabile, si può procedere con il taglio. Spesso, quando si ha poca esperienza, la paura di sbagliare è forte: per evitare errori, è importante osservare bene la pianta, in altezza e in larghezza. I tagli devono essere netti e bilanciati, e bisogna cercare di salvare più parti utili alla generazione di nuove foglie e rametti.

E quando lasciar fare alla selezione naturale?

La natura scarta i rami morti che privano gli altri di linfa vitale. I rami secchi sono pesanti e occupano spazio inutilmente. Eliminarli, quindi, è la soluzione ideale per il benessere delle piante.

Conclusioni

Dopo il taglio ho indirizzato i getti nuovi, verdi, forti e resistenti sui lati lontano dai tronchetti principali. Ho tagliato i rami secchi con e senza foglie, prestando attenzione a quelli verdi e salvaguardando i nodi sani, che a breve consentiranno alle piante di generare rami giovani e freschi. Ho avvolto nuovamente i rami intorno ai sostegni. Ora le piante hanno un aspetto migliore e sono pronte ad affrontare i primi caldi.