Anche quest’anno ho avuto la fortuna di osservare – quasi di sfuggita, in questo periodo di coronavirus – una fra le piante rampicanti più suggestive della primavera: il Glicine.

Il Glicine, con la sua bellezza inconfondibile e appariscente, cattura l’attenzione di tutti: persone e insetti sono attratti dalla sua forma, dal suo colore e dal profumo che sprigiona. Come vedete nelle fotografie che ho scattato, coloratissimi grappoli viola perlaceo abbelliscono la ringhiera di un cancello e un piccolo pergolato dal profilo lineare.

Questi sostegni vengono valorizzati e resi più belli dal Glicine, che con eleganza e disinvoltura abbraccia tutto ciò che lo circonda. I fiori cascanti, freschi e delicati si estendono in modo incontenibile, ricreando intorno a sé un ambiente romantico, rilassante e di stile.

Se disponete di un giardino o di un terrazzo ampio, considerate l’idea di acquistare un Glicine. Sarà interessante osservare i suoi cambiamenti nel corso dell’anno: d’inverno il tronco e i rami attorcigliati sono spogli, ma poi con l’arrivo della bella stagione, la pianta vi sorprenderà con foglie e fiori meravigliosi. Per ora lascio questa gioia agli insetti, che attratti dal colore e soprattutto dal profumo non perdono l’occasione di ronzare intorno a fiori così irresistibili.

A questo punto non aggiungo altro e vi lascio ammirare con calma le immagini del Glicine.