Il Rhyncospermum, detto anche “falso gelsomino”, è presente da diversi anni sul mio balcone ed è facile da curare. Se concimato regolarmente, nel periodo tra maggio e giugno produce una grande quantità di fiori bianchi dal profumo intenso. Si tratta di una pianta rampicante con moltissime foglie coriacee; è davvero interessante osservare come si sviluppa nello spazio, aggrappandosi a tutto ciò che trova. Nel mio caso l’ho fatto arrampicare su un sostegno a muro e di volta in volta regolo i suoi rami seguendo la sagoma della rastrelliera. E’ una pianta resistente al freddo e tollera bene anche il caldo estivo. Si può coltivare sia in vaso che in terra, e spesso viene utilizzata per realizzare siepi poiché cresce in fretta e difficilmente si ammala.

Sul mio balcone il Rhyncospermum non è da solo, ma condivide la scena con due gelsomini bianchi “veri”, un gelsomino “giallo”, un gelsomino di “San Giuseppe” (d’inverno) e un gelsomino “azzurro” (Plumbago, sul quale potete leggere un articolo nella rubrica “Note colorate”).

Tutto è iniziato circa dodici anni fa, con l’acquisto del mio primo gelsomino vero, e poi la “compagnia” si è allargata progressivamente, tanto che oggi è composta da sei elementi, uno più meraviglioso dell’altro.

Per tutti gli appassionati di gelsomini, in futuro pubblicherò altri articoli!